Cookie

Muramass radiante Malta pronta per massetto radiante

Disponibilità immediata
€ 0,00
Supplemento spedizione 
Supplemento una tantum 
paypal logoPAGA IN 3 RATE  (senza interessi)
al mese - scopri di più

Descrizioni

Massetto cementizio fibrorinforzato pronto all’uso ad elevata conducibilità termica specifico per la realizzazione di pavimentazioni radianti. Fibre metalliche inossidabili e speciali inerti conduttivi assicurano la realizzazione di sistemi riscaldanti e raffrescanti con ottima efficienza energetica.

Preparazione del prodotto

Immettere in betoniera c.a. 2-2,25 litri di acqua pulita per ogni sacco da 25kg, mescolare per almeno 3-4 minuti fino a raggiungere una consistenza “terra-umida”. Per un impasto ottimale e con produttività elevate si consiglia di utilizzare impastatrici in continuo (pompe per massetti o a coclea). Dosaggi eccessivi d’acqua d’impasto possono allungare i tempi di asciugatura, portare a resistenze inferiori, cavillature e ad effetti di bleeding superficiale; se inferiori espongono il massetto al rischio di “bruciature” e spolveramenti. È necessario valutare attentamente, oltre la consistenza dell’impasto anche le altre condizioni di cantiere. Con temperature più elevate, può essere opportuno aumentare leggermente la quantità di acqua ed in inverno diminuirla. Non allungare i tempi di miscelazione. L’impiego di tradizionali pompe per massetti può richiedere comunque un maggiore quantitativo di acqua d’impasto del materiale.

Applicazione

Stendere il materiale impastato, compattarlo bene, livellarlo con staggia e rifinirlo con frattazzo o macchina a disco rotante. In caso di interruzione del getto è importante realizzare un giunto di costruzione che deve essere eseguito con taglio netto verticale per tutto lo spessore e per tutto il suo sviluppo. Si dovranno prevedere soluzioni – per esempio l’uso di barrotti o rete – per limitare gli imbarcamenti e collegare la porzione realizzata successivamente. La fase di compattazione deve essere eseguita con particolare attenzione perché da questa operazione dipendono le resistenze meccaniche del massetto. L’umidità residua deve essere misurata esclusivamente con l’ausilio di un igrometro a carburo.

Condividi

Carrello